Seleziona una pagina

CHI CENTRERA’ IL ‘6’ DOVRA’ ATTENDERE 2 MESI PER INCASSARE.

Qualora questa sera dovesse essere centrato il ‘6’, il fortunato vincitore del jackpot milionario non potra’ incassare da subito il premio. Secondo il regolamento Sisal in tema di riscossione vincite, infatti, per premi superiori ai 52mila euro si dovra’ inoltrare la scheda di gioco vincente all’ufficio premi della Direzione Generale, Via Alessio di Tocqueville, a Milano, che effettuera’ il pagamento dal 61° giorno dalla data di effettuazione del concorso a quota definitiva piu’ gli interessi al netto di spese. Cio’ vuol dire che, tra due mesi, oltre agli 88 milioni, il vincitore, come riporta Agipronews, potra’ anche contare su un surplus quantificabile tra i 150mila e i 200mila euro, a seconda dei tassi di interesse applicati. In attesa di fare i conti sugli interessi dell’eventuale vincita di stasera si po’ fare un rapido calcolo sulle probabibilita’ di vittoria: Le combinazioni giocate in ciascuno degli ultimi due concorsi del SuperEnalotto sono state 80 milioni circa, ma la sestina e’ riuscita sempre a sfuggire. Il perche’ e’ semplice: c’e’ una sola probabilita’ su 622 milioni di centrare matematicamente il ‘6’. Per l’esattezza, una ogni 622.614.630 combinazioni. In pratica, realizzare un ‘6’ e’, numeri alla mano, 14 volte piu’ difficile che centrare una cinquina al Lotto. Ma i giocatori non si scoraggiano. Sul piatto ci sono infatti oltre 95 milioni di euro, ad oggi il piu’ alto jackpot al mondo.

Si tratta della più alta cifra mai messa in palio in Italia ed anche il premio in questo momento più elevato al mondo. Comunque nel 2008 è già andata bene per i seguaci del SuperEnalotto, concorso capace di creare già 13 nuovi milionari, praticamente uno al mese, tenendo conto che ieri con il 5+1 in tre hanno vinto 1.172.885,89 euro: uno ad Anzio, in provincia di Roma, uno a Novi di Modena e uno a Rimini.
Ma quali sono i numeri che vengono più seguiti? Gli appassionati di statistica – ricorda l’agenzia specializzata Agicos – puntano sul 45, l’unico numero a presentare un ritardo «centenario» (evento raro al SuperEnalotto) e sull’88, vale a dire l’estratto più fortunato in assoluto, essendo quello più apparso sulle sestine vincenti. Molto seguiti però anche al 2 ed al 59 che non hanno mai fatto parte delle combinazioni che hanno regalato il «6». Tra gli amanti della cabala vanno invece forte il 90, che nella Smorfia rappresenta oltre alla «paura» anche la «fortuna» ed il 16 (il «fondoschiena», meno nobile ma utilissimo in questi casi).
Ma non sono solo italiani, svizzeri, francesi, sloveni, ecc a dare la caccia al “6” dei record. Il superpremio ha infatti attirato l’attenzione anche di due miliardarie di fama internazionale come Paris Hilton e Daria-Dasha Zhukova, fidanzata del patron del Chelsea Roman Abramovich. Sembra infatti che le due donne abbiano fatto acquistare complessivamente 1.500 biglietti del SuperEnalotto. Paris Hilton non è nuova a questo tipo di «acquisti», visto che già questa estate aveva comprato 300 schedine precompilate del Superenalotto, attratta dal montepremi che aveva raggiunto i quarantasei milioni di euro. Durante la sua ultima presenza in Italia per il lancio della sua linea d’abbigliamento, la Hilton ne aveva acquistati altri 100 ed ora è tornata alla carica dando ordine a degli amici italiani di acquistare 1.000. La Zhukova ha invece fatto acquistare circa 500 schede. E delle serie l’eccentricità è la nostra religione, Dasha ha voluto che le schedine venissero acquistate nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti di tutta la penisola. Questo perché di recente una grossa vincita alla lotteria russa è avvenuta proprio grazie all’acquisto di un biglietto alla stazione ferroviaria di San Pietroburgo. Chissà, forse le due miliardarie avevano finito gli spiccioli…